Domaine Allimant – Laugner

Ci troviamo nel cuore dell’Alsazia
Vini di assoluta bevibilità, informali, non impegnativi ed estremamente gustosi.
I suoi Cremant, particolarmente il Rosé, sono prodotti imbattibili per il rapporto qualità/prezzo.
Huber Laugner è un evergreen, una storia di successo.

Marc Colin et Fils

Il Domaine Marc Colin ha sede nella piccola frazione di Gamay, alle porte si Saint Aubin, ed è probabilmente il produttore più famoso di questa zona.
Un’azienda con dimensioni estese rispetto i canoni di Borgogna, coltivando 19 ettari principalmente nell’area di Saint Aubin ma anche interessanti Cru di Chassagne e Puligny.
I vini bianchi maturano nella ricerca di purezza, eleganza e longevità; i rossi si presentano con freschezza e tannini setosi.
La vigna più interessante è sicuramente “En Remilly”, su suoli gessosi, che regala un vino molto generoso, molto fresco ma con una maturità compiuta del frutto.

Domaine d’Elise

Ci troviamo nelle vicinanze della cittadina di Chablis, nella zona più a Nord della Borgogna, con viti coltivate quasi esclusivamente a Chardonnay.
A differenza dei bianchi prodotti nel cuore della Borgogna, questi Chardonnay si presentano con più acidità e sapori meno fruttati, rendendoli molto piacevoli.

Frédéric Prain ha creato un’azienda di successo mondiale: oggi nel mondo tutti conoscono il Domaine d’Elise. Un eclettico ingegnere parigino che, innamorato della sua magione in mezzo al bosco, ha fatto fortuna a Chablis, ottimizzando sempre più nel tempo le sue selezioni.

Fabio Motta

Fabio Motta ha fondato l’azienda nel 2009, acquistando 4 ettari di vigneto piantati nel 1997 all’interno della DOC Bolgheri. All’inizio della sua avventura vitivinicola fu affiancato dal suocero Michele Satta, stimato produttore. La posizione dei vigneti è ottima e i suoi vini riflettono perfettamente i tratti del terroir di Bolgheri.
In cantina si lavora in modo semplice utilizzando lieviti naturali e nessun filtraggio dei vini, che risaltano per eleganza e complessità.

http://www.mottafabio.it/vini_bolgheri_rosso_doc.php?lang=it

Bereche et Fils

Raphael Bereche, talento puro, grande visione, carisma riconosciuto del capofila e quella intraprendenza e volitività che lo fanno primeggiare tra i Vignérons di nuova generazione.
In vigna sono banditi trattamenti sistemici e gli erbicidi. In cantina si dà ampio spazio alle fermentazioni spontanee e all’uso delle botti di rovere di varia provenienza e capacità, sia per le vinificazioni che per l’affinamento. Tirage effettuati con tappi di sughero per maturare le cuvée in “ossidazione controllata”.

https://bereche.com/bereche-et-fils

Begali

L’azienda Begali, a conduzione familiari, nasce nel piccolo borgo di Cengia ( chiamato così dal nome delle rocce che punteggiano la collina) nel cuore della Valpolicella classica. La produzione è molto curata in tutte le sue fasi, per permettere la ricerca di un continuo miglioramento della qualità.
I vigneti si estendono per 12 ettari su terreni calcareo-argillosi, coltivati con Rondinella, Corvinone, Corvina e Oseleta.
Il lavoro in cantina ha uno stile classico e non invasivo, al fine di ottenere vini che rispecchiano a pieno le caratteristiche del “terroir” della Valpolicella.

Vadiaperti – Traerte

La Cantina Vadiaperti è situata sulla collina di Montefredane, provincia di Avellino, in Irpinia.
Una produzione avviata nella metà degli anni Ottanta dal professore Antonio Troisi, ma oggi gestita dal figlio Raffaele.
Ad un’altitudine tra i 400 e 600 m s.l.m vengono allevate le viti di fiano, greco, coda di colpe e aglianico.
La filosofia della cantina è quella di far esprimere al massimo il territorio e le tradizioni, con un’influenza minima della mano dell’uomo.
Dal 2011 ha preso vita il nuovo progetto Traerte (tra strade di montagna), il cui ideatore è sempre Raffaele Troisi.
Una cantina che oggi è un simbolo della realtà enologica irpina, che produce vini di grande spessore e personalità, raffinati ed eleganti, perfettamente bilanciati tra profumi e aromi.

Tenuta Kornell

Territorio ricco di potenzialità e condizioni atmosferiche ideali per la coltivazione dei vitigni: palme rigogliose e antiche conifere, vento mediterraneo che incontra venti secchi del Nord, terreni ricchi di porfido che assorbono il calore durante il giorno. Pinot Bianco, Sauvignon Blanc e Gewurztraminer per la batteria dei bianchi; Pinot Nero, Cabernet Sauvignon e Lagrein i rossi. Florian Brigl è seguito in cantina da un team giovanissimo di collaboratori legati dalla passione per la viticoltura. Fermentazioni in serbatoi di acciaio, affinamento in grandi botti di rovere o barrique per 14/18 mesi, ulteriori 10 mesi di sosta in bottiglia prima di essere commercializzati.

Il risultato?  Vini con una nota mediterranea, un fascino unico e un carattere onesto.

https://www.kornell.it/it/vino

Scopri le nuove annate ed i prezzi cliccando qui

Palladino

L’azienda Palladino è un produttore di vino di Serralunga d’Alba in Piemonte. Una cantina con una semplice filosofia: il rispetto del terroir e la passione con cui comunicano i loro valori agli altri. Effettuano, da tradizione, operazioni manuali portando in cantina un prodotto sano; una lunga fermentazione che esalta le caratteristiche dell’uvaggio; poca tecnologia ma mai invasiva.11 ettari di vigneti, tra cui le importanti parcelle di San Bernardo, Parafada e Ornato. I vini, con l’aroma ed il sapore, riassumono la specificità del territorio di provenienza delle uve.

https://www.palladinovini.com/i-vini-palladino/premi-cru-barolo